Cogoleto

Ucciso pusher, padre e figlio condannati

Condanna a 21 anni e 5 mesi per Guido Morso e a 19 anni e 8 mesi per il padre Vincenzo, accusati di aver volontariamente ucciso il 27enne Davide Di Maria in un appartamento di Molassana il 17 settembre 2016. Condannato a sette anni e otto mesi Marco N'Diaye per spaccio di sostanze stupefacenti e il possesso di pistola. Il pm aveva riformulato alcune accuse a partire dalla contestazione dell'omicidio anche a Vincenzo Morso. Il movente dell'omicidio, secondo l'accusa, sarebbe stato un debito di droga e soprattutto il 'piano' di N'Diaye e Di Maria di occupare il territorio di spaccio dei Morso. Per l'accusa i due Morso quel giorno erano arrivati nell'appartamento di N'Diaye sapendo che era una trappola e "con il colpo in canna". "Volevano uccidere" aveva detto il pubblico ministero Alberto Landolfi che aveva chiesto 19 anni per padre e figlio.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie